MUSICA

 

Improvvisiamo perché siamo liberi - festa della musica

Improvvisiamo perché siamo liberi - festa della musica

Martedì 21 giugno - ore 18.00

 Improvvisiamo perché siamo liberi


Nel 1990, il musicista fluxus Giuseppe Chiari invitò al Centro Pecci di Prato musicisti e non musicisti per dar luogo a un'improvvisazione rimasta memorabile... Su quell'idea nasce un long concert che intende essere allo stesso tempo un omaggio alle idee Fluxus e un'esperienza in grado di cambiare la nostra percezione del suono.

Per l’occasione si esibiranno due ensemble giovanili nati nell’ambito delle progettualità nazionali sul jazz e sui nuovi linguaggi musicali. In trio, Alessandro Silvestro (pianoforte), Raffaele Artiaco (batteria) e Daniele Cortese (basso) proporranno i loro “Sketches”, a metà strada tra composizione estemporanea e musica su schemi. Maria Grazia Castello, Vittoria Cardone, Domenico di Francia, Giovanni Grasso, Stefano Landolfi, Emanuele Falanga e Gaetano Marte, raccolti in un inedito ensemble di chitarre, sax, clarinetto e pianoforte, improvviseranno su temi del compositore partenopeo Enzo Amato. 

Seguirà, in anteprima nazionale, la presentazione del volume “Il suono è un altro sguardo” di Girolamo De Simone, edito da Marco Refe per Crac Edizioni.

 

Biglietti:

12 euro intero

6 euro studenti di musica